"cuHop" al Temporary Museum for New Design

hiWHIM è presente al Temporary Museum for New Design, durante il Fuorisalone 2014, con il suo spirito innovativo rivolto alle avanguardie.

hiWHIM lab e SLIDE presentano la nuova creazione di [archiattack], cuHop, la lampada che interagisce con la musica.
L’ispirazione per questo oggetto luminoso è legata alle luci dei palchi, in particolare agli spot che proiettano fasci luminosi conici multicolore. [archiattack] ha pensato di ricreare in maniera semplice ed immediata l’ambiente luminoso di un palco in cui luce e musica interagiscono, ne è nata una lampada in grado di sentire la musica.

Per la presentazione del prototipo [archiattack] ha realizzato un’installazione sitespecific che permette ai visitatori di interagire con le lampade attraverso la voce, il battito di mani o la musica salvata sul proprio smartphone.

Come evento speciale il giorno 10 aprile [archiattack] ha chiesto ad Enrico Falbo di comporre una “sinfonia” di suoni appositamente studiata per interagire con l’installazione: la sua musica farà danzare i colori esplorando le potenzialità espressive di lampade capaci di rispondere al contesto sonoro in cui vengono a trovarsi.



cuHop Suite | musica per lampade interattive

image

Dopo la sorprendente partecipazione al Temporary Museum for New Design, cuore del Fuorisalone, che ha animato Milano lo scorso 8-13 aprile in via Tortona presso Superstudio Più, [archiattack] ripropone l’installazione interattiva che ha per protagonisti i prototipi di lampada cuHop, realizzati con il supporto di SLIDE e di HiWHIM in forma di evento, che sarà ospitato da Magazzini Pescatore, in via San Pasquale, 36, di Benevento.

La installazione stavolta vede per protagonista la suite di musica elettronica che Enrico Falbo ha realizzato per le 10 lampade interattive. La particolarità dell’evento è che i brani sono stati composti da Falbo espressamente per le lampade interattive, riuscendo nella straordinaria impresa di comporre non solo la musica, ma anche di creare una coreografia di effetti di luce grazie al fatto che cuHop, prototipo di lampada di [archiattack], è capace di sentire gli impulsi sonori dell’ambiente in cui viene posto e di trasformarli in colori e bagliori.

Dopo lo spettacolo cuHop Suite, la serata proseguirà con la possibilità per tutti i partecipanti di interagire con le lampade, che si tratti della voce, del battito delle mani o della musica salvata sul proprio smartphone la reazione è sempre la stessa: divertito stupore!

cuHop in viaggio verso Milano

Fixed. theme by Andrew McCarthy | modificato da [archiattack]studio